linkedin
franco nicosia

Blog​

Iscriviti alla mia newsletter
11/01/2017, 12:54

Oman



Fare-business-in-Oman-con-l’approccio-giusto
Fare-business-in-Oman-con-l’approccio-giusto


 Internazionalizzazione verso i paesi arabi e l’Oman, alcuni consigli utili e pratici per fare business in Oman evitando di sbagliare l’approccio.



C’è sempre un grande interesse verso i paesi arabi e le straordinarie opportunità commerciali che queste nazioni offrono, approcciare questi mercati partendo dall’idea di fare business in Oman è una corretta strategia, in questo articolo spiegherò il perché.  

La situazione internazionale di grande incertezza ha certamente generato preoccupazioni negli  imprenditori italiani, spesso è dietro queste incertezze emotive che si celano delle grandi opportunità.  


L’ Oman è una grande opportunità. 


Un paese con una posizione strategica verso i mercati asiatici ed indiani con i quali intrattiene costanti rapporti economici, è il 24° produttore di petrolio al mondo, ha un sultanato aperto ed impegnato con un clima sociale di grandi prospettive alimentato da un Fondo Sovrano di oltre 10 miliardi USD. 

L’aspetto più interessante è che anche l’ Oman non fa eccezione nel tributare forte apprezzamento per il brand Italia, sia nei settori industriali B2B che in quelli consumer tipici del Made in Italy. Eppure l’Italia non è ancora, fatte alcune eccezioni, attivamente presente tra i paesi che esportano direttamente in Oman. 

Il paese è sicuro ed aperto con una cultura sociale avanzata: la monarchia lungimirante, solida garantisce un sistema di pari opportunità per tutti i cittadini senza distinzione di razza, religione o sesso. 
Le donne hanno diritto di voto, ricoprono cariche pubbliche e possiedono proprietà. 
L’istruzione è gratuita e si avvale di prestigiose collaborazioni internazionali. 
Il paese ha stabilità economica e Standard&Poor’s assegna all’ Oman rating “A” sul lungo periodo e "A-1" nel breve, sottolineando la solidità delle finanze pubbliche. 
Gli altri indicatori economici sono tutti molto positivi (vedi foto in calce all’articolo, fonte: The Economist Intelligence Unit).

Le aziende Omanite sottostanno a rigorosi protocolli internazionali di gestione (es. ISO, HACCP), l’occupazione è in crescita e il sistema sanitario, moderno ed efficiente, prevede ulteriori investimenti (5 nuovi ospedali tra la capitale Muscat e altre importanti città).  
I consumi crescono e la spesa media si dilata, infatti nonostante un’elevata ricchezza di base, i consumi interni risultano in costante aumento e si uniformano agli stili occidentali con una forte domanda di beni e servizi di gamma medio-alta nei comparti food, fashion, arredamento, personal care (medical & wellness), communication, educational, entertainment.

Su circa 4 milioni di persone, 800.000 circa sono gli stranieri che risiedono e lavorano in Oman (molti Occidentali) e che esprimono stili di consumo sempre più vicini a quelli nordamericani ed europei.
Le esportazioni non petrolifere (soprattutto verso i mercati asiatici) sono in aumento da 10 anni al ritmo di oltre il 20% l’anno (agricoltura e pesca principalmente), confermando la vocazione di un paese geograficamente posizionato in modo strategico. 
Il piano quinquennale degli investimenti prevede ingenti risorse suddivise per settori economici tra cui spiccano le infrastrutture (strade, porti, aeroporti) ma anche le costruzioni private, il turismo, il commercio, l’industria (metalli, plastica, energia, chimica, automotive), l’agricoltura e lo sfruttamento del mare.

Il turismo è trainante, 8 mld USD di investimenti pubblici in uno dei settori a maggiore potenziale: obiettivi del 20% di crescita del settore con 5/6000 strutture ricettive a 3/4/5 stelle in costruzione.

Nessuna improvvisazione: attraverso una serie di enti specializzati dedicati (PAIPED, PEIE, BANK MUSCAT, NATIONAL BANK OF OMAN) il Governo fornisce supporto organizzativo e finanziario.
Facile fare business e molti vantaggi fiscali, ad esempio secondo la classifica “Doing Business Index” la Banca Mondiale in base a specifici aspetti di valutazione su come impiantare con successo un’attività nel Paese, l’ Oman è attualmente al 70° posto ma è addirittura al 10° posto per la pressione fiscale. 
Il tasso medio di prelievo fiscale sui profitti tassabili è di circa il 15% e quello di contribuzione sui lavoratori dipendenti è di circa il 10,5% con numerose agevolazioni che di fatto lo azzerano. 

Nessuna restrizione per il rimpatrio di capitali e profitti verso il paese di origine.  


In alcuni settori, è possibile usufruire di esenzione sugli utili per i primi 5 anni, eventualmente rinnovabili per altri 5 anni. 
Le aziende manifatturiere, per i primi 5 anni di produzione, non pagano dazi doganali sulle importazioni di macchinari, ricambi, semilavorati e materie prime.  
Gli investitori stranieri che impiantano attività in Oman possono fruire di una completa esenzione dalle imposte sul reddito delle persone fisiche

Semplicità, efficienza, trasparenza. 
Il sistema legislativo è investor-friendly: basso numero di procedure, pochi giorni necessari ad attivare una nuova posizione imprenditoriale in Oman , tempi brevi per accedere al credito.  
La cultura araba assegna alla relazione personale e alla fiducia un ruolo fondamentale nella gestione di un business duraturo: meno burocrazia ma molta relazione, frequente e diretta.  
E’ incoraggiato e molto favorito l’ingresso di finanziatori Omaniti nei progetti industriali e commerciali impiantati da stranieri (mediamente ownership straniera al 70% e capitale finanziario locale per il 30%). 
Capitali? 
Non rappresentano un problema.
In presenza di un socio Omanita e delle opportune credenziali di progetto e know-how, gli Istituti Finanziari Omaniti, espressione diretta degli enti Governativi deputati allo sviluppo, forniscono credito a condizioni estremamente vantaggiose. 
Un altro importante ed unico vantaggio è l’assicurazione. L’Oman è l’unico paese del Golfo ad offrire una copertura assicurativa all’esportazione contro il rischio commerciale e politico, assistenza burocratica e sovvenzioni all’export, finanziamenti agevolati all’esportazione. 

Io sono il responsabile in Italia di Easy Business LLC che in Oman garantisce il supporto necessario nelle fasi di analisi e studio del mercato Omanita, nelle fasi di esplorazione e contatto e, successivamente, nelle fasi di supporto alla generazione di opportunità di business concrete. 
Le attività si completano con la fase di assistenza in Oman per tutte le esigenze legate allo svolgimento della attività produttiva e/o commerciale. 
Easy Business in Oman è l’unico operatore italiano ad avere un team di consulenti riservato alle operazioni in Oman con un ufficio dedicato al mantenimento attivo delle relazioni nel paese.  
Ormai da 5anni la struttura opera in Oman con ottimi risultati a beneficio di diversi imprenditori italiani.  
Bell Production Italia spa, Weiler Italia spa, Sigit spa, Telecom Italia spa, W Group Consortuim, Gruppo Dimensione Ospital sono alcune delle aziende assistite.  
Un sistema di relazioni consolidato grazie alla presenza nel paese ha generato una costante collaborazione con aziende omanite: Gulf Mining Group, Al Saffat, Public Establishment for Industrial Estates, The Wave Muscat, Muriya, Naranjee Hirjee, Wolf, Al Jarwani Hospitality ad esempio. 
Puoi contattarmi attraverso linkedin per ogni ulteriore informazione oppure a mezzo email.

Altre preziose info su come fare business in Oman dal "quaderno Oman" in allegato all’articolo.




1

Argomenti

Tag

Ultimi 10 articoli

Franco Nicosia - P.IVA: 02508100811